IMPIANTO COMPLESSO DI TRATTAMENTO DI RIFIUTI NON PERICOLOSI A SERVIZIO DEL BACINO FG/4

L’impianto in oggetto, nella sua configurazione attuale, è in esercizio in forza della Determinazione della Regione Puglia n. 449 del 05 agosto 2009 emessa congiuntamente dal dirigente del’Ufficio programmazione VIA e politiche energetiche e del dirigente dell’Ufficio tutela dell’inquinamento atmosferico AIA-IPPC. L’impianto, attualmente, è così composto:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tale configurazione, come evidenziato nel “Piano d’Ambito” recentemente elaborato dall’ATO FG/4, risulta insufficiente per il conseguimento degli obiettivi fissati nella sovraordinata programmazione regionale.

Il ciclo produttivo dell’impianto di biostabilizzazione può essere schematizzato con il flow chart riportato di seguito.

 

il ciclo produttivo dell’impianto di compostaggio può essere schematizzato con il flow chart riportato di seguito.

 

Impianto di discarica

Riguardo l’impianto di discarica, si sottolinea che, secondo quanto previsto dall’art. 4 “Individuazione delle migliori tecnologie disponibili”, comma 4, del D.Lgs. 59/2005 “Per le discariche di rifiuti da autorizzare ai sensi del presente decreto, si considerano soddisfatti i requisisti tecnici di cui al presente decreto se sono soddisfatti i requisiti tecnici di cui al Decreto Legislativo 13 gennaio 2003, n. 36”.

Di fatto, in altri termini, una discarica è realizzata e gestita secondo le migliori tecnologie disponibili nella misura in cui rispetta le prescrizioni imposte dal D.Lgs. 36/03. La valutazione di conformità può essere suddivisa in due sezioni, una prettamente tecnico/costruttiva, basata sulla conformità dell’impianto a quanto previsto in Allegato 1 al D.Lgs. 36/03, e l’altra invece gestionale, nella quale si analizza la conformità di quanto messo in atto dal gestore rispetto alle previsioni dell’Allegato 2 del D.Lgs. 36/03.