Le aree di periferia a San Ferdinando purtroppo sono invase da una sporcizia diffusa. Tale degrado viene provocato da cittadini che non rispettano le regole di igiene pubblica e che non volendo differenziare i rifiuti li smaltiscono selvaggiamente lungo le strade meno popolate che circondano il paese.

Lo stato di abbandono delle vie periferiche trasmette una percezione di città sporca e questo è in forte contrasto con l’impegno della maggiorparte dei cittadini e con lo sforzo dell’Assessorato all’Ambiente e all’Igiene Urbana di svolgere un’attività di promozione e raccolta differenziata dei rifiuti adeguate.

Per ribellarsi al degrado delle periferie della città di San Ferdinando di Puglia e risolvere un po’ alla volta questo problema il progetto di pulizia delle periferie ha avuto inizio il 29 novembre scorso e, visto il successo che ha riscosso il primo tentativo, è giunto al secondo appuntamento sabato 13 dicembre e al terzo il 27 dicembre, radunando nei pressi della periferia ovest del paese cittadini, volontari del mondo dell’associazionismo, amministratori locali e operatori ecologici. Il prossimo incontro è stato fissato per sabato 10 gennaio 2015. L’obiettivo è quello di intervenire ogni due settimane ripulendo le diverse zone occupate abusivamente dai rifiuti per ripristinare la pulizia, l’ordine e il decoro urbano.

Dopo sabato 29 novembre, in cui questa squadra ha ripulito l’uscita del paese su via Piantata, il secondo appuntamento ha riguardato la strada che congiunge via Piantata a via Ofanto, e il terzo incontro, grazie all’autorizzazione concessa dal Comune di Trinitapoli, è servito a ripulire il tratto di strada del territorio di Trinitapoli che prosegue da via Piantata, che quotidianamente viene percorso in macchina dai contadini e a piedi o in bici da tanti cittadini che amano lo sport e la natura. Anche in questa terza occasione si è dimostrata tanta partecipazione e voglia di lavorare e numerosi sono stati i rifiuti recuperati e smaltiti.

Grazie alla collaborazione della Polizia Locale inoltre sono stati individuati e sanzionati diversi trasgressori (con il recupero dei loro rifiuti), così da dare un segnale tangibile di quello che è l’impegno profuso da volontari e cittadini stanchi di vedere imbrattate le proprie periferie e uniti dal bisogno di passeggiare circondati dalle bellezze della natura delle nostre campagne e di fare jogging lungo strade pulite e decorose. L’iniziativa di pulizia e sensibilizzazione per una corretta gestione dei rifiuti propone una lezione di civiltà, rappresenta una dimostrazione di senso civico verso il proprio territorio e offre la possibilità a tutti gli interessati al benessere del paese e dei suoi abitanti di partecipare attivamente.

Avvalendosi del supporto tecnico degli operatori ecologici in maniera mirata, i cittadini e le associazioni possono organizzare dei pomeriggi ecologici dedicati a queste operazioni per iniziare a risolvere davvero questo problema, confidando nella sensibilità di tutti i cittadini che amano il paese di San Ferdinando che sono invitati a partecipare numerosi per dimostrare il loro legame con la comunità in modo concreto e per dare forza al valore delle prossime iniziative.

La pulizia di zone della periferia sanferdinandese avverrà ogni 15 giorni, così da permettere ogni volta anche ad altri cittadini di collaborare al ripristino degli ambienti degradati: il prossimo appuntamento è fissato per sabato 10 gennaio alle ore 14.45 presso la rotatoria di via Piantata, muniti di tanta buona volontà! Accorriamo numerosi e dimostriamo che ci teniamo davvero al nostro paese.