MARGHERITA DI SAVOIA - Convegno Rifiuti Zero

Si è svolto lo scorso 18 maggio, presso la Biblioteca Comunale, nonché sede dell’Unitre di Margherita di Savoia, il primo incontro pubblico organizzato dall’Osservatorio Rifiuti Zero, dal titolo “La raccolta differenziata a Margherita di Savoia”, promosso in sinergia con l’associazione ospitante, all’interno del corso “Saperne di più su utenze e servizi”.

Relatori della conferenza, che ha riscosso un’ottima risposta da parte della cittadinanza (segno che il problema dei rifiuti nel comune salinaro è fortemente sentito), sono stati Francesco Scognamiglio, portavoce per l’occasione dell’“Osservatorio” e l’ing. Carlo Caressa (Responsabile Produzione Esterna SIA FG/4). Sono peraltro intervenuti Franco d’Errico (Responsabile dei Servizi su Margherita di Savoia) e Roberto Riondino (Responsabile della Comunicazione). Nonostante il recente insediamento della nuova ditta (dal 20 febbraio 2015) già numerose sono le novità apportate al vecchio piano, come ad esempio la raccolta del vetro, che dal mese di giugno sarà ritirato porta a porta. Presto i cittadini riceveranno inoltre un nuovo calendario aggiornato con i definitivi giorni e orari prefissi per la raccolta, e verrà fornito loro un kit semestrale con sacchetti biodegradabili.

Al pubblico presente è stata data inoltre la possibilità di rapportarsi direttamente con i responsabili della ditta e porgere loro domande per ottenere chiarimenti in merito.In risposta ad alcune tra le domande che più riguardavano l’intera comunità, i responsabili della SIA FG/4 hanno dato alcune importanti indicazioni sulla raccolta di rifiuti particolari, come ad esempio le vecchie radiografie, che vanno riportate direttamente alla ASL di competenza, la quale dispone di specifici contenitori in cui smaltirle; stessa cosa per quanto concerne le vecchie cartucce delle stampanti o i toner, che vanno riportati dove sono stati acquistati, poiché tali negozi sono provvisti di appositi contenitori per differenziarli correttamente.

Per i rifiuti ingombranti invece sono già attivi due numeri: 0885.416572 (centralino della SIA) e 346.0818436, entrambi contattabili dalle 9 alle 13. Importante anche smaltire nel modo giusto gli scarti inquinanti delle utenze domestiche, quali ad esempio gli oli delle fritture, che vanno portati direttamente al cantiere di zona Torretta oppure negli appositi contenitori presenti all’uscita di alcuni supermercati del paese. Per gli indumenti usati è, invece, ancora attivo il servizio della ditta “Cannone” di Andria, che ritira ogni sabato gli indumenti sempre in zona Torretta.

Durante il dibattito è stata avanzata anche un’interessante proposta che ha trovato consensi favorevoli tra tutti i presenti, ovvero quella di incentivare i cittadini a differenziare, attraverso premi per chi riduca le quantità di indifferenziata. I premi proposti si riferivano a vantaggi sulle bollette o anche ad un immediato pagamento al cittadino in base al peso del materiale da differenziare consegnato. Molto apprezzato il video che mostrava il funzionamento della raccolta differenziata e soprattutto del riuso dei materiali riciclati nel comune di Capannori (FI), ma senza allontanarsi troppo dall’area salinara, una testimonianza importante è giunta dal vicino comune di San Ferdinando, nel quale i cittadini godranno di un’ecotassa notevolmente più bassa. Un altro punto saliente ha riguardato la gestione della differenziata durante il periodo estivo. Lo scorso anno, il mese d’agosto (notoriamente più denso di turisti) è stato quello con il più basso indice di differenziata e a tal proposito l’assessore all’ambiente Leonardo Lamonaca ha invitato i tanti cittadini che fittano le proprie seconde case nei mesi estivi, a istruire adeguatamente i propri affittuari su come provvedere a differenziare i rifiuti.

È di tutti quindi la responsabilità per ottenere un paese pulito, obiettivo realizzabile se si opera con coscienza e in sinergia: l’amministrazione e la ditta devono fare bene il proprio lavoro e provvedere tanto ai controlli quanto all’ascolto diretto delle testimonianze dei cittadini, e questi ultimi devono impegnarsi ad abbracciare con positività queste nuove abitudini nonché a controllare a loro volta che i propri vicini facciano altrettanto, e segnalare le eventuali inadempienze alle autorità, per il bene di tutti.

L’Osservatorio Rifiuti Zero di Margherita di Savoia intende continuare a promuovere in numero sempre maggiore, incontri di questo tenore al fine di poter permettere a tutti i cittadini interessati di potersi rapportare direttamente con i responsabili della ditta e del Comune che prendono le decisioni sulla gestione del servizio e che caldamente hanno più volte chiesto la viva partecipazione dei cittadini stessi per poter migliorare il servizio. In questa direzione l’Osservatorio intende inoltre continuare a sensibilizzare sul tema della riduzione dei rifiuti alla fonte. Tutti i cittadini interessati che vogliono partecipare attivamente alle iniziative dell’Osservatorio Rifiuti Zero possono scrivere all’indirizzo osservatoriorifiutizero@pec.it.